Propulsione Umana - Human Powered Vehicles Italia

Articoli dal pianeta Recumbent HPV racing

Risultati 2.a prova campionato HPV 2017

Submit to DeliciousSubmit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

Monza, 3-4 giugno 2017 

 

Qui l'album foto delle due giornate 

Video della gara

Altre foto e commenti su Bici Reclinate Italia

 

Risultati della gara: 

 Classifica di campionato:

Il team Policumbent si prepara per Battle Mountain

Submit to DeliciousSubmit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

 

Dal TG3 Leonardo, il Team del Politecnico di Torino capitanato dal nostro Paolo Baldissera si prepara per la nuova sfida con un nuovo mezzo, il "Taurus". Dal minuto 11:09:

Cliccare qui per il video

 

 

Risultati Misano 2017

Submit to DeliciousSubmit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

Prima prova campionato italiano HPV, Misano, 26 febbraio 2017

Veloce come il Fenn...to

 

 

Daniel Fenn straccia tutti e stravince la prima prova di campionato, al debutto sul circuito di Misano ma il primo degli italiani è Renatone Falzetti. Velocissime le due ruote scarenate.

 

26-2-17 Una trentina di concorrenti, dalle due alle tre, alle quattro ruote, si sono sfidati sul tracciato internazionale di Misano, in concomitanza con gli “Open Games”.

Gara di un’ora secca, che ha visto primeggiare come tempi assoluti, i velomobili. Presenza straordinaria della rappresentanza straniera, capitanata da niente di meno che il campione del mondo in carica, Daniel Fenn che ha onorato il proprio titolo terminando la gara alla media di 56.90 km/h (prestazione che si commenta da sola). L’unico che è riuscito a completare 14 giri. Sul secondo gradino del podio va Werner Clomp, anche lui su DF (D come Daniel, F come Fenn, dal nome del progettista, costruttore del mezzo....) mentre sul gradino più basso Niki Wialde, prima rappresentante del gentil sesso con la stratosferica media di 51.38 km/h. 13 i giri per entrambi. Appena sotto al podio il simpaticissimo velomobilista austriaco Jurgen Komb. Ottimo debutto per il francese Mark Lesourd che ha temporaneante abbandonato la reclinata per trasferirsi sul velomobile giallo fluo utilizzato a Monza da Previtali che purtroppo a Misano non è potuto intervenire. Partenza lenta per riuscire a conoscere il mezzo, arrivo in crescendo rossiniano.

Non poteva essere altrimenti, Renatone Falzetti finisce sesto assoluto ma primo degli italiani, anche lui su DF, con la nuova colorazione bianco-verde-rosso. Secondo fra gli italiani Gionata Scrofani, al debutto su una velocissima strealiner a due ruote che nonostante qualche problema di affidabilità ha mostrato buone potenzialità. Primo delle semicarenate (Birk), lo svizzero Sandro Bollina si piazza ottavo assoluto, anche lui gradito ospite dopo averlo visto sfrecciare sul tracciato di Monza lo scorso giugno. Segue Salvatore d’Amico (terzo fra gli italiani nella categoria), su DF (stranamente), veloce e regolare, anche se un pelo dietro, con una media di 39.86 km/h.

Veniamo ora agli scarenati. Grande battaglia fra i rappresentanti delle due ruote. Decimo assoluto e primo fra i reclinati, Filippo Verna su M5, sfiora i 40 di media (39.58 km/h per l’esattezza), completando ben 10 giri, dopo aver staccato il gruppo con uno strappo sul rettilineo principale a circa tre quarti di gara. Gruppo formato da Marco Ruga, su reclinata a trazione anteriore “reV”, secondo con una media di 39.09 km/h a circa 40 secondi dal capo classifica. Sul gradino più basso del podio il debuttante Alessandro Iacopini, su reclinata gemella reV che ha condotto il gruppo degli inseguitori per tutta la seconda parte di gara, per poi essere staccato da Ruga sulle ultime due curve. Tra i due reclinati finisce Alberto Rossetti su velomobile DF (che ve lo dico a fare…), un poco carente di forma ma non per questo lento, anzi. Una menzione d’onore per il quarto posto fra le due ruote. Serafino Tomasoni ha condotto la sua Bianchi tradizionale fino alle soglie del podio nonostante un mezzo oggettivamente meno competitivo delle aerodinamiche reclinate. Per lui media ragguardevole di 36.94 km/h.

Poco più indietro Giovanni Eupani, quinto fra gli italiani nella categoria velombile, partito molto forte per poi arrivare leggermente attardato.

Accoppiata di reclinate al 16.mo e 17.mo posto assoluto per Lorenzo Caproni e Paolo Baldissera, entrambi su Slyway. Quest’anno l’Ing. Volante se la vedrà dura per difendere il suo titolo di categoria 2016. Per loro 9 giri e una media poco sotto i 35 km/h.

18mo Antonio “Jacklanterna” Luelli su velomobile, mentre appena più indietro la prima delle 4 ruote presenti. Alberto Serena, pluri campione regionale del campionato F1 a pedali ha completato 8 giri alla media di 31.31km/h. Tracciato sicuramente non congeniale visti i lunghi rettilinei e poche curve strette sulle quali non è riuscito a sfruttare la tenuta estrema del proprio mezzo. Si è comunque fatto ammirare da tutto il pubblico presente per eleganza del mezzo e originalità.

20mo e 21mo Gianluca Mencaccini e Roberto Bertolucci, debuttanti in gare di campionato HPV, così come Moreno Formica (23.mo). Media per loro poco sotto i 30 km/h. Ottima prestazione per dei mezzi autocostruiti. In mezzo a questi duoruotisti, il tre ruote del costante e sempre presente Massimo Ogliari, 7 giri, media di 29.10, primo nella categoria dei trike. Massimo allunga le mani sul titolo visto che il campione in carica, Claudio Molini, non era presente. Potrebbe bastargli un piazzamento nella seconda prova per fregiarsi del titolo 2017. Subito dietro Davide Strocchi, su trike KMX, debutto subito podio per lui.

25ma posizione per Daniela Pangrazi sul velomobile “CabonSnail”, la velolumaca, appositamente costruita da Giovanni Eupani per la gentile consorte mentre 26. Termina Isabella Serena, su F1 a pedali a 4 ruote. Seconda e terza posizione per loro, nella categoria “donne”.

Gli ultimi del gruppo sono tre trike: Clara Carletti, Susanna Eupani e Franco Renzoni.

 

Un enorme ringraziamento va a tutti gli intervenuti, a chi ha dato una mano per l'organizzazione e alla direzione dell’autodromo. Un ringraziamento particolare va, permetteteci, alla sig.ra Paola Rossetto che ha ideato e realizzato parte dei premi che sono andati ai vari concorrenti. Sua in particolare l’idea degli scaldacollo marchiati “Propulsione Umana” che sono stati distribuiti a tutti in concorrenti che hanno gareggiato e che crediamo abbiano avuto un riscontro molto positivo.

Per quanto riguarda le classifiche, verrà pubblicata a breve quella relativa ai punteggi che sono stati assegnati per il campionato nazionale, che terranno conto dei soli concorrenti italiani.

Ci si rivede a Monza, tutti agguerriti, per la seconda gara di Campionato, il 4 giugno, in concomitanza con la tradizionale Festa dello Sport.

 

Buon allenamento a tutti!

 

VIDEO

Video della gara "onboard"

Starting grid

Partenza e alcune fasi della gara

  

Album Foto su Facebook

Album foto su BRI

  

CLASSIFICA GENERALE

CLASSIFICA DIVISA PER CLASSI

Seconda prova campionato italiano HPV 2017 -Autodromo di Monza, 3-4 giugno

Submit to DeliciousSubmit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

Propulsione Umana organizza la seconda prova di campionato italiano 2017 HPV sulla pista di Monza, dopo la prima prova di Misano del 26 febbraio. 

La gara sarà l'evento più importante di una due giorni all'interno della Festa dello Sport 2017. Nella zona presso la Parabolica, sarà possibile, durante tutti i due giorni della manifestazione, provare i mezzi reclinati messi a disposizione da Propulsione Umana. Si potrà percorrere gratuitamente con reclinate e trike un tracciato appositamente studiato.

Nel pomeriggio di sabato sarà possibile girare in autodromo, infatti saremo gentilmente ospitati da una società sportiva locale che organizzerà un crono a squadre. Si prega ovviamente di non intralciare i concorrenti.

Domenica si disputerà la prova di campionato italiano HPV, sulla pista di Formula 1.

 

 Registrazione / quota d'iscrizione

 L'iscrizione alla gara avverrà direttamente presso il gazebo in zona parabolica, il giorno stesso della gara, dalle ore 13.30 alle ore 15.30. La quota di iscrizione è di Euro 15. Ogni partecipante alla gara dovrà produrre un certificato idoneità fisica agonistica, datato meno di un anno dal via della competizione. Qualsiasi partecipante coni meno di 18 anni alla data della competizione dovrà fornire l'autorizzazione dei genitori, al fine di prendere parte alla competizione.

Verifiche tecniche

Il controllo tecnico dei veicoli da gara sarà effettuato durante fase la registrazione. Una volta che il veicolo è stato verificato, verrà fornito il numero di gara, insieme a due targhette adesive. Le verifiche avverranno presso l'area prove in zona Parabolica.

 

GARA 1.5 ore

Partenza in linea alle ore 16:00 di domenica. Per abbreviare il più possibile le procedure, non è previsto nessun giro di ricognizione. Come linea di partenza verrà utilizzata la griglia di partenza della F1. Si prega di presentarsi in anticipo (almeno 10 minuti prima).  Il termine della gara sarà considerato il momento in cui il concorrente passerà sulla linea del traguardo per la prima volta dopo l'esposizione della bandiera a scacchi (previsto alle ore ore 17:30).

La pista è la pista di Formula 1 senza la curva "Prima Variante". Ciò significa che i concorrenti passeranno attraverso la linea retta di fuga della prima curva, quindi senza percorrere la variante.

Eventuali modifiche all'orario verranno comunicate sul posto.

Sicurezza

Il veicolo deve avere sufficiente potenza di frenata e stabilità. Parti taglienti o punte sporgenti saranno considerati non sicuri.

Il pilota deve indossare un casco rigido anche nel caso di veicolo completamente chiuso. Il casco deve essere certificato da un organismo nazionale o internazionale (CE, TÜV ...)

La protezione paracorona è obbligatoria, tranne quando la corona è all'interno di una carenatura o protetta da una adeguata struttura di protezione. 

I veicoli che eccedono la media di 40 km/h dovranno essere dotati di avvisatore acustico (clacson, campanello, trombetta) di sufficiente livello sonoro, in modo tale da poter segnalare ai concorrenti più lenti il proprio sopraggiungere, per consentire sorpassi e doppiaggi in sicurezza. Tutti i veicoli devono essere dotati almeno dello specchietto retrovisore sinistro. 

Alcuni mezzi di soccorso (probabilmente commissari su biciclette a pedalata assistita) potrebbero essere autorizzati a muoversi in pista nella stessa direzione dei concorrenti. E’ quindi molto importante guidare in maniera sicura  occupando la corsia di destra, permettendo ad altri il sorpasso, ecc, quando questi veicoli sono in pista. 

 

Classi di veicoli

Nessuna restrizione si applica al tipo di veicolo a propulsione umana in gara. L'unico requisito è che il mezzo deve essere utilizzato in completa sicurezza per sé e per gli altri.

 

Tre classi principali

UF - senza carenatura: veicolo senza alcuna carenatura, anteriore o posteriore.

SF - Semi-carenata: veicolo con carenatura anteriore o carenatura posteriore.

FF - completamente carenata: veicolo con carenatura sia anteriore sia carenatura posteriore.

Sotto-classi, per un minimo di 5 iscrizioni:

2UF - 2 ruote senza carenatura

2SF - 2 ruote semi-carenata

2FF - 2 ruote completamente carenate

MP – Più di un concorrente per veicolo (2 o più)

TR - Trike: 3 ruote

VM - Velomobile: compresi tricicli totalmente o parzialmente carenati

RB –rowing bike, bicicletta con propulsione tipo spinta a remi

HB - Handbike

PB - bicicletta prona

UB - bicicletta in posizione verticale, UCI, triathlon, pieghevole, fissa ecc.

Tutti i partecipanti riceveranno 2 numeri di gara. Questi dovranno essere esposti sul lato destro del veicolo in modo da essere chiaramente visibili (eventualmente uno degli adesivi potrà essere esposto sul casco, lato destro).

La classifica ufficiale sarà pubblicata non appena possibile sul sito web di Propulsione Umana.

 L'attuale punteggio del campionato è il seguente:

FF completamente carenati
Nome Punti
Falzetti Renato 25
Scrofani Gionata 18
D'amico Salvatore 15
Rossetti Alberto 12
Eupani Giovanni 10
Luelli Antonio 8
Serena Alberto 6
Serena Isabella 4
Pangrazi Daniela 2
   
UF senza carenatura
Nome Punti
Verna Filippo 25
Ruga Marco 18
Iacopini Alessandro 15
Tomasoni Serafino 12
Caproni Lorenzo 10
Baldissera Paolo 8
Mencaccini Gianluca 6
Bertolucci Roberto 4
Formica Moreno 2
   
Trike
Nome Punti
Ogliari Massimo 25
Strocchi Davide 18
Carletti Clara 15
Eupani Susanna 12
Renzoni Franco 10

Il punteggio tiene conto delle categorie complete e cioè quelle con più di 5 concorrenti. Il punteggio è analogo a quello che viene assegnato in Formula 1, con rispettivamente 25,18,15,12,10,8,6,4,2 punti al primo classificato, secondo ecc.

Premiazioni

Subito dopo la gara, presso il paddock 

Per ogni problematica relativa alla classifica, punti o condizioni di gara, si prega di contattare con il comitato organizzatore.

Numeri e indirizzi utili

e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

pagina di Facebook: Propulsione Umana

 www.propulsioneumana.it

 

Prossimi Eventi

Nessun evento

Ditte Associate

eretic


 

pangrazi


animazione-Slyway-Marzo-2014