Propulsione Umana - Human Powered Vehicles Italia

Primo No all'assicurazione obbligatoria per le biciclette a pedalata assistita

Submit to DeliciousSubmit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

e-bike

Propulsione Umana, in questi giorni si è battuta contro un disegno di legge Europeo, che voleva far passare le biciclette a pedalata assistita, come veicoli a motore e quindi assoggettarle alla assicurazione RCA obbligatoria. Questo primo No, è arrivato per ora dal Consumer Affairs Committee, che di norma fa seguire un voto dello stesso avviso da parte del Parlamento Europeo.
Come sapete siamo entrati a far parte di ECF (Federazione dei Ciclisti Europei) lo scorso anno, e ci siamo subito messi in azione quando ci è stato chiesto di contribuire alla lotta contro questa norma che avrebbe sicuramente sfavorito la mobilità ciclabile e leggera, a favore di quella "realmente" motorizzata. In questo caso Propulsione Umana infatti è assolutamente favorevole alla comparazione delle biciclette a pedalata assistita (fino a 250 W e 25 km/h), con gli altri velocipedi, perché queste permettono a molti di utilizzare la bicicletta in modo più spensierato, senza affaticarsi troppo, anche su territori collinari, facilitandone l'uso anche alle persone meno dotate, ma anche facilitando la diffusione di tutta una serie di veicoli a noi cari, che senza una assistenza elettrica sarebbero troppo faticosi da spingere e di fatto quindi verrebbero sicuramente rimpiazzati da qualche autoveicolo.
Siamo ottimisti e assieme ad ECF convinti che tra breve arriverà il No definitivo a questa assurda proposta di legge.
Vi faremo sapere appena ci saranno ulteriori sviluppi