Oltre confine


OPEN RECORDS

Submit to DeliciousSubmit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

Pubblichiamo con piacere un articolo inviato, su Bici Reclinate Italia da Mike Burrows, grande progettista e costruttore di HPV britannico (nella nostra biblioteca virtuale è recensito il suo "Bicycle Design - The search for the perfect machine"). Mike introduce, con il racconto di una gara da lui disputata, un'iniziativa che rende più accessibile la possibilità di tentare nuovi record.


 

STELLE LOCALI (traduzione by Marco Spada)

Come alcuni di voi sapranno, ultimamente il nostro Grande Vecchio [Richard Ballantine, presidente BHPC - n.d.t.] non è stato nella sua forma migliore, ma la sua 'riparazione' era imminente, così ho pensato che sarebbe stato carino fargli un augurio di pronta guarigione, e il più appropriato secondo me doveva essere il varo dell'operazione 'record aperti'.

Richard ha sempre tenuto molto ai record HPV, ma ultimamente si è reso conto che le possiblità di accedere a posti come Battle Mountain sono più o meno le stesse che ha il corsaiolo medio di andare al 'Tour', così ha escogitato l'idea dei record 'aperti', cioè locali.

E poi questo mi avrebbe dato una seconda possiblità dopo la frustrazione di un Mondiale piuttosto disastroso.

L'evento di Scunthorpe mi offriva l'occasione più logica per aprire le danze e, man mano che la data si avvicianava, pareva che Giove Pluvio approvasse il mio piano. Ho comunicato al nostro segreterio gare che intendevo stabilire un record dell'ora (categorie semicarenate e anziani) in aggiunta alla mia regolare parteciapazione alla gara di 40' + 2 giri, e questo significava che lui (Adrian) ed Andrew, con i quali normalmente sarebbe stata sfida aperta, avrebbero dovuto restare in disparte senza fornirmi alcun tipo di aiuto.

Leggi tutto...